Decreto sicurezza: modifiche alla notifica preliminare nei cantieri edili


Con riferimento ai cantieri edili, il decreto sicurezza ha disposto che la notifica preliminare, prima dell’inizio dei lavori, deve essere trasmessa anche al prefetto.


Pertanto, oltre all’Azienda unità sanitaria locale e alla Direzione provinciale del lavoro territorialmente competenti, il committente o il responsabile dei lavori, prima dell’inizio dei lavori, devono trasmettere la notifica preliminare anche al prefetto, conformemente a quanto previsto dal TU sulla sicurezza.
Eventuali aggiornamenti della notifica possono riguardare: i cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese esecutrici, anche non contemporanea, il committente, anche nei casi di coincidenza con l’impresa esecutrice, o il responsabile dei lavori, contestualmente all’affidamento dell’incarico di progettazione, designa il coordinatore per la progettazione; i cantieri che, inizialmente non soggetti all’obbligo di notifica, ricadono nelle categorie suddette per effetto di varianti sopravvenute in corso d’opera
Si ricorda che, copia della notifica deve essere affissa in maniera visibile presso il cantiere e custodita a disposizione dell’organo di vigilanza territorialmente competente.