Determinato l’ERT per le Cooperative Sociali di Bologna



Sottoscritto il 19/6/2018, tra  LEGACOOP Bologna e LEGACOOP Imola, CONFCOOPERATIVE Bologna, AGCI Bologna e le OO.SS. FP-CGIL di Bologna e Imola, FP e FISASCAT CISL Area Metropolitana Bologna, FPL UIL l’accordo per la determinazione dell’ERT (Elemento Retributivo Territoriale)


Le parti hanno constatato che si è registrato un andamento nei parametri che ha portato ad un risultato del 33,355% dell’ERT (€ 524,63 x 33,355% = € 174,99 al livello C1) concordato nell’accordo integrativo provinciale precedente, nell’ordine della seguente tabella:















































Livello

Parametro

ERT 2016

A1 (ex 1° livello) 100 154,05
A2 (ex 2° livello) 101 155,47
B1 (ex 3° livello) 106 162,71
C1 (ex 4° livello) 114 174,99
C2 117 180,24
C3-D1 (ex 5° livello) 120 185,56
D2 (ex 6° livello) 127 195,74
D3-E1 (ex 7° livello) 135 208,37
E2 (ex 8° livello) 146 224,90
F1 (ex 9° livello) 161 248,41
F2 (ex 10° livello) 184 283,69


Le Parti convengono che l’ERT sarà erogato nella prima mensilità utile (e comunque non oltre la mensilità di luglio 2018 da pagare nel mese di agosto) ai lavoratori in forza a giugno 2018, che abbiano prestato la loro attività nell’anno di riferimento, ossia il 2016.
Il valore dell’ERT sarà riproporzionato in caso di contratti a tempo parziale. Le somme erogate a titolo di ERT si intendono omnicomprensive, per cui non sono utili ai fini del calcolo di alcun istituto contrattuale e di legge, ivi compreso il TFR.
Le Parti riaffermano i criteri che definiscono la possibilità, per le Cooperative che li possiedono, di avviare le procedure in sede di Comitato Misto Paritetico per il riconoscimento dello stato di crisi o di sofferenza economica e/o finanziaria.


Per le cooperative per le quali sia riconosciuto lo stato di sofferenza l’ERT annuale sarà erogato nella prima mensilità utile (e comunque non oltre la mensilità di luglio 2018 da pagare nel mese di agosto) ai lavoratori in forza a giugno 2018, che abbiano prestato la loro attività nell’anno di riferimento, ossia il 2016, nella misura di 113,75 euro al livello C1 del CCNL (pari al 21,681% dell’ERT concordato nell’accordo integrativo provinciale), nell’ordine della seguente tabella:















































Livello

Parametro

ERT RIDOTTO2016

A1 (ex 1° livello) 100 100,14
A2 (ex 2° livello) 101 101,06
B1 (ex 3° livello) 106 105,76
C1 (ex4° livello) 114 113,75
C2 117 117,16
C3-D1 (ex 5° livello) 120 120,61
D2 (ex 6° livello) 127 127,23
D3-E1 (ex 7° livello) 135 135,44
E2 (ex 8° livello) 146 146,19
F1 (ex 9° livello) 161 161,47
F2 (ex 10° livello) 184 184,40


Nelle more della definizione del nuovo accordo le parti convengono per l’anno 2017 (bilancio di riferimento 2016) l’erogazione di una ulteriore fascia ridotta di ERT per le cooperative che abbiano un Mol compreso tra l’1 e il 1,99%. In tali cooperative sarà erogato nella prima mensilità utile (e comunque non oltre la mensilità di luglio 2018 da pagare nel mese di agosto) ai lavoratori in forza a giugno 2018, che abbiano prestato la loro attività nell’anno di riferimento, ossia il 2016, nella misura di 70,00 euro al livello C1 del CCNL (pari al 13,342% dell’ERT concordato nell’accordo integrativo provinciale), nell’ordine della seguente tabella:















































Livello

Parametro

ERT RIDOTTO2016

A1 (ex 1° livello) 100 61,62
A2 (ex 2° livello) 101 62,19
B1 (ex 3° livello) 106 65,08
C1 (ex4° livello) 114 70,00
C2 117 72,10
C3-D1 (ex 5° livello) 120 74,22
D2 (ex 6° livello) 127 78,30
D3-E1 (ex 7° livello) 135 83,35
E2 (ex 8° livello) 146 89,96
F1 (ex 9° livello) 161 99,37
F2 (ex 10° livello) 184 113,48


Le cooperative che richiedessero invece di dilazionare nel tempo il pagamento appellandosi alla clausola di sofferenza finanziaria prevista nel contratto integrativo provinciale devono segnalarlo al Comitato misto paritetico. Le Parti si impegnano, attraverso il competente Osservatorio, a svolgere azioni di controllo finalizzate al rispetto e all’applicazione del CCNL e dei suoi accordi integrativi territoriali.