Firmato il rinnovo del CIRL Legno-Arredamento Emilia Romagna



Siglato il 12/6/2018, tra CNA Emilia Romagna, Confartigianato Emilia Romagna, Casartigiani Emilia Romagna, Claai Emilia Romagna e la Feneal-Uil, la Filca-Cisl, la Fillea-Cgil, l’accordo di rinnovo del CIRL per i dipendenti delle imprese artigiane operanti nel settore legno – arredamento dell’Emilia Romagna, in vigore dall’1/7/2018 al 31/12/2020.


Trattamento Economico di Malattia


A far data dalla sottoscrizione del presente CIRL. ad eccezione delle malattie in corso, il trattamento economico di malattia per tutti i lavoratori a tempo indeterminato, non in prova, prevede una copertura economica dei primi 3 giorni di malattia, carenza, pari al 70% della retribuzione in caso di malattia inferiore a 7 giorni.
Gli apprendisti percepiranno lo stesso trattamento economico dei lavoratori qualificati nei primi tre giorni di malattia dal 25° mese di anzianità aziendale.


Malattia lavoratore in prova


Il lavoratore in prova in caso di malattia o infortunio non sul lavoro percepirà unicamente l’indennità a carico dell’Istituto previdenziale. Inoltre nel caso in cui il periodo di prova venga interrotto per uno degli eventi di cui sopra, il lavoratore sarà ammesso a completare il periodo di prova stesso qualora sia in grado di riprendere il servizio entro 15 giorni lavorativi se operaio o 25 giorni se impiegato con periodo di prova di 6 mesi.


Formazione


Interventi formativi di carattere professionalizzante e di addestramento, grazie ai quali i lavoratori coinvolti migliorino le loro capacità e il loro grado di occupabilità potranno essere effettuati, in tutto o in parte, fuori dall’orario di lavoro, ferma restando la retribuzione. In caso di intervento formativo autofinanziato le ore di formazione effettuate fuori dall’orario di lavoro saranno retribuite nella misura del 50% in considerazione che tali interventi costituiscono per il lavoratore un miglioramento dalla propria capacità professionale.


Premio di Produttività Annuale


Il Premio è calcolato su due indicatori di riferimento che ogni azienda dovrà verificare in base ai propri risultati.
Il primo indicatore è determinato da:
a) Rapporto tra Fatturato caratteristico al netto dell’inflazione e il numero medio di dipendenti dell’anno. Questo indicatore determina il 30% del premio complessivo.
Il secondo indicatore è determinato da:
b) Rapporto tra ore lavorate dall’insieme dei lavoratori dell’impresa nell’anno e ore lavorabili dagli stessi lavoratori. Questo indicatore determina il 70% del premio complessivo.
II premio complessivo di importo 210 € a parametro medio (livello C) è composto dalla somma dei risultati dei due indicatori a) + b).
Il raggiungimento di un solo indicatore comporta l’erogazione della percentuale ad esso attribuita, ovvero 30% indicatore a) o 70% indicatore b).



















Livello

AS

A

B

C

D

E

Parametro 190 171 147 127 113 100
Importo 313 282 243 210 186 165


Nel caso in cui l’azienda non intenda accedere ai benefici fiscali previsti dalla normativa sarà tenuta all’erogazione di un importo pari a 300 € a parametro medio (livello C).



















Livello

AS

A

B

C

D

E

Parametro 190 171 147 127 113 100
Importo 448 404 347 300 267 236


Il premio verrà erogato unitamente alla mensilità di luglio ai lavoratori in forza alla data di corresponsione. sulla base dei mesi lavorati nell’anno precedente (le frazioni di mese sono considerate utili a fronte di almeno 16 giorni di calendario lavorati).
I part time riceveranno una quota di premio proporzionale al loro orario contrattuale.
Gli apprendisti percepiranno una quota di premio secondo lo scaglione percentuale di riferimento al momento dell’erogazione.
Le parti si danno atto che il Premio di produttività come sopra determinato costituisce erogazione annua comprensiva di ogni incidenza sugli istituti salariali di legge e di contratto, ivi compreso il TFR, in quanto se ne è tenuto conto in fase di quantificazione dello stesso. Tale criterio opera anche con riferimento al valore di beni, servizi e rimborsi erogati al lavoratore che eserciti l’opzione per la conversione del 50% del premio in strumenti di welfare.
Eccezionalmente, per l’anno 2018. il premio potrà essere erogato, secondo le modalità descritte al paragrafo precedente nell’arco temporale compreso tra la mensilità di luglio e quella di ottobre.


Quote di adesione contrattuale


A tutti i lavoratori non iscritti alle OO. SS. firmatarie, ma comunque beneficiari del presente CIRL verrà effettuata, salvo delega negativa, in occasione della erogazione del premio di risultato 2018, una trattenuta in busta paga a titolo adesione contrattuale, pari a 15 €. Le aziende anche per il tramite delle loro associazioni, provvederanno all’effettuazione del versamento sul c/c bancario indicato dalle OO.SS. Firmatarie.