Misure di sostegno alle imprese per la riduzione del rischio da contagio nei luoghi di lavoro


Il D.L. Rilancio (D.L. n. 34/2020 pubblicato nella G.U. n. 128/2020) riconosce interventi straordinari destinati alle imprese che hanno acquistato strumenti destinati a ridurre il rischio di contagio da COVID-19 negli ambienti di lavoro.

Al fine di favorire l’attuazione delle disposizioni di cui al Protocollo di regolamentazione delle misure per il contenimento ed il contrasto della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro, condiviso dal Governo e dalle Parti sociali in data 14 marzo 2020, come integrato il 24 aprile 2020, l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL) promuove interventi straordinari destinati alle imprese, anche individuali, iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane, alle imprese agricole iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese, alle imprese agrituristiche ed alle imprese sociali iscritte al Registro delle imprese, che hanno introdotto nei luoghi di lavoro interventi per la riduzione del rischio di contagio attraverso l’acquisto di:
– apparecchiature e attrezzature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori, compresi i relativi costi di installazione;
– dispositivi elettronici e sensoristica per il distanziamento dei lavoratori;
– apparecchiature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori rispetto agli utenti esterni e rispetto agli addetti di aziende terze fornitrici di beni e servizi;
– dispositivi per la sanificazione dei luoghi di lavoro; sistemi e strumentazione per il controllo degli accessi nei luoghi di lavoro utili a rilevare gli indicatori di un possibile stato di contagio;
– dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale.


L’importo massimo concedibile è pari ad:
– euro 15.000 per le imprese fino a 9 dipendenti;
– euro 50.000 per le imprese da 10 a 50 dipendenti;
– euro 100.000 per le imprese on più di 50 dipendenti.